Sciatica: perché si manifesta e come curarla

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Donna con Sciatica

Sciatica: cos’è?

L’infiammazione del nervo sciatico più comunemente conosciuta come sciatica o sciatalgia, è una patologia molto diffusa che porta ad una semi mobilità.

Alla base dell’infiammazione, c’è la compressione della radice del nervo a livello spinale che si manifesta, con dolori intensi lungo tutta la parte inferiore del corpo (dal gluteo al piede).

All’insorgere di questa patologia si possono avvertire formicolio o intorpidimento della zona interessata ma, può anche comparire improvvisamente mettendo la persona in una situazione invalidante.

Può altresì arrecare senso di bruciore e portare ad un deficit muscolare che può peggiorare con piccole cose come uno starnuto, colpi di tosse o semplicemente rimanendo seduti per tanto tempo.

“Il nervo sciatico è il nervo più’ lungo del corpo umano: ha inizio nel midollo spinale e attraversa la parte posteriore della gamba passando dal gluteo e terminando nel piede”.

Sciatica: perché si manifesta?

La sciatica potrebbe manifestarsi in presenza di alcune patologie come:

Ernia del disco. Questa patologia è la più comune, infatti si stima che il 15% delle sciatalgie è causato da questo disturbo.

Restringimento, nella zona lombo-sacrale, di una parte del canale vertebrale o stenosi che è una componente principale del sistema nervoso.

Alterazione del disco invertebrale, ossia alterazione dei “cuscinetti” presenti tra le vertebre, in zona lombo sacrale.
Spondilolistesi, si tratta dello scivolamento di una vertebra su un’altra.

Sindrome del Piriforme ossia una generalizzazione dei sintomi che portano all’infiammazione e all’irritazione del nervo sciatico a causa del muscolo piriforme.

Tumori Spinali, causa molto rara che porta la massa tumorale a comprimere in prossimità delle radici del nervo sciatico.

Ci sono però altri fattori che possono far comparire la sciatica come ad esempio una gravidanza avanzata. In questo stato infatti l’utero di dimensioni importanti potrebbe fare pressione sul nervo sciatico.

Sciatica e fattori di rischio.

Tra i vari motivi per cui si manifesta la sciatica, si possono tenere in considerazione alcuni aspetti modificabili come, ad esempio, lo stile di vita ed altri invece non modificabili in quanto racchiudono la familiarità, l’età o il sesso : vediamoli insieme.

  • Diabete. Una delle complicazioni di questa patologia è il deterioramento dei nervi periferici come quello sciatico.
    Obesità. Un peso corporeo importante potrebbe essere causa di stress per la colonna vertebrale e, di conseguenza, cambiarne l’anatomia insieme a quella dei nervi collegati.
  • Artrite. L’infiammazione delle articolazioni cartilaginee, come la colonna vertebrale, porta ad una predisposizione alla compressione delle radici dei nervi come quello sciatico.
  • Anzianità. L’avanzare dell’età causa, a volte, un cambiamento della colonna vertebrale rendendola così, soggetta all’ernia del disco.
    Traumi o fratture ossee. Questi sono da considerarsi nella zona diretta del nervo sciatico come le gambe, cosce o le natiche.
  • Protesi all’anca. Anche se poco comune, la comparsa della sciatica rientra tra le complicanze di questa operazione.
    Sollevamento pesi o torsioni continuative del busto. Anche se non esistono ancora spiegazioni medico-scientifiche sulla correlazione tra questi fattori e la sciatica, si è appreso che chi fa lavori che portano ad un continuo sollevamento di pesi e/o torsioni del busto è più’ incline alla manifestazione della sciatica.
  • Sedentarietà. Un confronto tra chi svolge una vita movimentata e chi invece la conduce sedentaria ha portato alla conclusione che questi ultimi sono più inclini all’infiammazione del nervo sciatico.

Sciatica: i rimedi per curarla.

Sono diversi i modi per curare i fastidi della sciatica, il più comune è quello di fare impacchi di ghiaccio nelle prime 72 ore per poi passare ad impacchi caldi.

E’ consigliato anche un iniziale riposo, solitamente nei primi due giorni della manifestazione di dolore, per riprendere poi gradualmente l’attività motoria.

Infatti la completa inattività protratta nel tempo potrebbe addirittura peggiorare lo stato di dolore.

L’attività fisica dà sempre il suo contributo: un esercizio davvero utile per la sciatica è lo stretching che, allungando i muscoli, allevia in modo importante la compressione del nervo stesso.

Da non escludere ci sono anche gli antidolorifici e i miorilassanti che possono contribuire all’eliminazione del dolore acuto.

Si può anche ricorrere a delle sedute fisioterapiche che con programmi riabilitativi aiutano la persona a migliorare la postura e a rinforzare la muscolatura della schiena.

Sciatica: perché StoreFit fa al caso tuo.

I nostri allenamenti possono essere utili sia per prevenire che per curare l’infiammazione del nervo sciatico.

Abbiamo protocolli di allenamenti mirati alla riabilitazione che con l’ausilio dell’ems, aumentano la propria efficacia.

Ricordiamo infatti che la nostra tecnologia è paramedicale ed è altamente consigliata in ambito fisioterapico.

Durante la fase di dolore acuto, nei nostri allenamenti utilizziamo frequenze che ottengono la depolarizzazione della membrana, riducendo l’acidità extracellulare e il pompaggio muscolare, aumentando così il flusso sanguigno che drena i rifiuti metabolici dell’infiammazione.

Inoltre disponiamo di altri diversi programmi mirati alla riabilitazione del nostro cliente, il quale viene esaminato di volta in volta durante tutto il percorso.

“Per noi è fondamentale adattare il trattamento al cliente e non il cliente al trattamento”.

Condividi questo articolo...

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Iscriviti "Gratis" per ricevere una mail quando esce un nuovo articolo.

Ti potrebbe interessare anche...