Crampi notturni? Attenzione alle varici

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Quante volte ti sarà capitato di svegliarti nel cuore della notte provando un dolorosissimo crampo al polpaccio? 
 
Sì, è decisamente una sensazione sgradevole.
 
I crampi notturni sono contrazioni muscolari involontarie che si manifestano per lo più a discapito del polpaccio, della coscia o del piede.
 
Solitamente durano pochi minuti ma spesso provocano un dolore tale da immobilizzare momentaneamente la parte colpita. 
 
A questo dolore così acuto spesso segue una sensazione di formicolio altrettanto fastidiosa.
 
La presenza di crampi e formicolii nel soggetto possono indicare diverse cause di fondo, alcune delle quali spesso sottovalutate. 
 
Le cause meno considerate sono le varici, più comunemente note come vene varicose, caratterizzate dalle comparsa di “corde” sottopelle, dalla forma distorta e di colore blu.
 
Ma cosa sono le varici?
 
Sono vene superficiali che tendono ad ingrossarsi e a perdere la loro elasticità a causa di un malfunzionamento delle valvole interne ai vasi, che regolano la risalita del sangue dai piedi fino al cuore. 
 
Se le valvole non funzionano nel modo corretto, il sangue si dirige verso il basso invece che verso al cuore, determinando un sovraccarico eccessivo a sfavore delle vene. 
 
Ciò genera una sensazione di pesantezza nelle gambe, accompagnata spesso a dei dolori all’altezza del polpaccio, spesso confusi proprio… per crampi!
Un’altra caratteristica che ci aiuta a riconoscere il problema è la presenza di caviglie gonfie a fine giornata, solitamente dopo aver passato molte ore in piedi o comunque in movimento. 
 
Le stesse tendono poi a sgonfiarsi magicamente nella notte, quando il corpo è disteso a letto e perciò in posizione orizzontale: tale postura permette al sangue di rifluire e di non concentrarsi sugli arti inferiori.
 
E’ da qui che nasce la cattiva interpretazione del problema, sottovalutando invece l’importanza della reale causa.
 
Viene inoltre data spesso poca importanza alle varici in quanto ritenuto esclusivamente un fattore estetico. 
 
Al contrario, se trascurate a lungo possono insorgere complicazioni, come flebiti, infezioni, ulcerazioni ed emorragie.
 
Chi ne soffre di più?
 
Sebbene sia una problematica riscontrabile in entrambi i sessi e per lo più imputabile alla predisposizione genetica, le più colpite sono le donne, in particolare in età matura per via della gravidanza che appesantisce il corpo. 
 
Spesso, infatti, durante gli ultimi mesi di gestazione, le caviglie ed i piedi si gonfiano, segnalando che il sangue non rifluisce in modo corretto verso il cuore.
Questo fattore tuttavia non esclude gli uomini da questa condizione. 
 
Ci sono, infatti, delle “professioni a rischio” che coinvolgono tutte quelle persone che lavorano molte ore in piedi o, viceversa, troppe ore sedute… perciò uomini e donne senza esclusioni.
 
Come comportarsi in presenza di varici?
 
Esistono molti metodi per risolvere il problema, dalla chirurgia alle cure farmaceutiche, tuttavia i rimedi più efficaci per la prevenzione e il mantenimento risiedono nelle buone abitudini giornaliere.
 
Bere molta acqua è sicuramente il primo passo per idratare la pelle e aiutare il proprio corpo a restare tonico nel tempo. Da non sottovalutare anche il consumo di frutta e verdura, in particolare quelle ricche di vitamine C ed E, contenute specialmente negli agrumi e in molte tipologie di ortaggi, come ad esempio gli spinaci. 
 
Bisogna stare attenti a non indossare vestiti troppo attillati e soprattutto scarpe troppo strette. 
 
Un buon rimedio è l’uso di calze elastiche contenitive e, per limitare i casi di crampi notturni, è consigliato dormire con un cuscino sotto al materasso, che permetterà alle gambe di rimanere un po’ più in alto rispetto al cuore e quindi di far rifluire il sangue venoso. 
 
Il sovrappeso incide particolarmente sul riflusso sanguigno ed è una delle principali cause di varici. 
 
Pertanto ciò che in assoluto non deve mai mancare fra le buone abitudini è l’attività fisica: condurre una vita sedentaria va a discapito del riflusso sanguigno ed aumenta la possibilità di ristagno.
 
Cercare di rimanere nel proprio peso ideale è importante sia per il proprio benessere fisico, sia per la propria circolazione.
 
Ma di questo non devi preoccuparti, all’attività fisica ci pensiamo noi! 
 
Sapevi che da StoreFit puoi trovare piani personalizzati per irrobustire la muscolatura ed accelerare il tuo metabolismo? 
 
Se non sei convinto fai una prova con noi, non ti costa nulla… 
 
Provare per credere 😉 

 
 

Condividi questo articolo...

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Iscriviti "Gratis" per ricevere una mail quando esce un nuovo articolo.

Ti potrebbe interessare anche...